Multe, ecco come richiedere lo sconto del 30% della contravvenzione

0
117

Grazie al Decreto del Fare ci saranno multe meno salate per chi paga subito e in questo modo i comuni riescono ad incassare subito il denaro, che in questo periodo ne hanno davvero bisogno.

Inoltre si spera che in questo modo il terzo delle multe che non vengono pagate e che si perdono tra contestazioni e cartelle esattoriali, venga recuperato e i ricorsi vengano nettamente diminuiti.

Lo sconto entrerà in vigore dal 20 Agosto e sarà del 30% sulle contravvenzioni pagate entro 5 giorni.

In caso di flagranza di reato o di divieto di sosta si può richiedere la notifica immediata della contravvenzione.

Lo sconto del 30% si applica solo sulla sanzione prevista dal codice della strada. Non c’è lo sconto sulle spese di notifica, nessun arrotondamento o ulteriori sconti, chi non si atterrà a questo protocollo perderà lo sconto e il diritto al pagamento “ridotto”, che si applica entro i 60 giorni dalla notifica.

La multa sarà possibile pagarla con carta di credito, ma solo se la pattuglia ha un Pos collegato. In caso contrario, ci si potrà rivolgere alle poste, alla banca o alle ricevitorie Sisal.

Da notare che se pagate la multa immediatamente perderete ogni possibilità di fare ricorso. Lo sconto si applica solo se non è provista una sanzione accessoria come la sospensione della patente o la confisca del veicolo.

Per quanto riguarda ad esempio, la guida in stato di ebrezza, non è previsto lo sconto sia per la violazione di carattere penale sia nell’ipotesi di carattere amministrativo, cioè quando il tasso alcolemico è superiore ai limiti e compreso tra 0,5 e 0,8 g/l. In questo caso infatti sussiste la pena accessoria della sospensione della patente, che si aggiunge alla multa da 527 euro.

Da notare che la multa per divieto di sosta, pagata entro 5 giorni e quindi con lo sconto passa da 41 a 28,70 euro, non una cifra esagerata quindi, ci si potrebbe quindi aspettare un aumento delle infrazioni. Cosa ne pensate?