Manovra Monti: Vitalizi e pensioni, ecco i tagli per la casta

0
666

Se pensavate che anche questa volta i tanto discussi tagli per la casta non sarebbero arrivati vi sbagliavate. A quanto pare il neo premier Monti è intenzionato a portare a termine, anche in questo campo, la serie di tagli promessi per riuscire a cancellare il nostro deficit e fare cassa.

I primi tagli arriveranno per vitalizi e pensioni dei parlamentari che saranno calcolati con il metodo contributivo a partire dal prossimo primo gennaio. Come per i comuni mortali anche la Casta dovrà vedersela con i contributi effettivamente versati e non in base ai loro mandati (anche di un giorno). Purtroppo il nuovo sistema varrà solo per deputati e senatori che entreranno in Parlamento dopo il primo gennaio 2012 mentre sarà adottato il sistema pro-rata per quelli attualmente attivi.

Dal primo gennaio 2012, intanto, i presidenti di Camera e Senato, Fini e Schifani, hanno deciso che gli ex parlamentari potranno percepire la pensione non prima dei 60 anni di età per coloro che non hanno lavorato per un’intera legislatura, e non prima dei 65 anni di età peer tutti coloro che hanno versato i contributi per una sola intera legislatura.

Lascia un commento