Lifestyle: quando il design si fa Bitches

0
616


Quando si dice saperci fare con le parole. Oggi parliamo di un progetto ideato e promosso da giovani designer spinti non tanto dalla propria creatività, quanto piuttosto dalla disperazione e dallo sentirsi perennemente sfruttati in ambito lavorativo.

E’ capitato anche a te pur non essendo un design? Questa storia potrebbe risultare interessante allora. Il gruppo di designer che ha dato vita al progetto Design Bitches si è formato durante la Settimana del Salone del mobile, e già dalla lettura dell’intitolazione data all’idea, si può facilmente intuire il taglio che questa ha preso: irriverente ed in un certo qual senso ribelle, desiderosa di rompere con il passato. Da aprile ad oggi il gruppo di designer si è notevolmente allargato, grazie anche alla distribuzione di depliants e brouchures con i quali si invitava i creativi più estrosi a partecipare all’iniziativa e a far parte di quel database di lavoratori disposti a lavorare per cifre basse, bassissime, quasi da fame. Insomma l’invito era per tutti quei giovani creativi, italiani e non, che a costo di lavorare lo danno a tutti: il curriculum ovviamente.

Questo gruppo di Design Bitches in fondo è lo specchio dello scenario lavorativo di quest’epoca di crisi, durante la quale i più giovani lavoratori, spesso  con alle spalle creatività e professionalità, presi al laccio dalle situazioni, svendono le proprie capacità e cercano di farsi strada a colpi di curriculum.

I fondatori del progetto, sono anche promotori di NotYetStudio, e invitano a riflettere, design e lavoratori in genere sulla società che si sta lentamente plasmando. Per farlo è però necessaria una briciola d’ironia.

Link Utili

http://www.facebook.com/pages/DESIGN-BITCHES/207213245965349

http://www.notyetastudio.com/