Liberalizzazioni al giro di boa, ma le banche si ribellano

0
287

Colpo di scena ieri al Senato e non sto parlando di un film ma della nostra casa politica.

Mentre il decreto liberalizzazioni stava compiendo il suo giro di boa in Parlamento con una fiducia di 237 voti a favore al Senato, le banche si sono ribellate. Proprio mentre si stava votando, Giuseppe Mussari, presidente dell’Abi si è concesso una conferenza stampa per annunciare le dimissioni del comitato di presidenza per protestare contro le misure contenute nel provvedimento.
 Il pomo della discordia sembra essere l’annullamento delle commissioni bancarie sulle linee di credito voluto da un emendamento del PD e approvato in Commissione Industria.

Il provvedimento doveva essere cambiato nel maxiemendamento su cui si è chiesta la fiducia ma visto che non c’era, l’Abi ha deciso di contrattacare dimostrando il suo dissenso.

Ora tutti i partiti sembrano fare retrofront e nessuno capisce da dove sia piovuta la norma e lo steso Bersani, leader del PD, ha dichiarato:  “palesemente è uscita una norma, durante una febbricitante discussione notturna, che deve essere corretta, diamo piena disponibilità a correggerla si può fare nel decreto semplificazioni, ma il governo deve pronunciarsi”.

Solo quando si tratta dei poveri mortali tutti ci tengono a dire nome e cognome del “colpevole” ora tutti fuggono…

 

Lascia un commento