Le professioni più richieste: lo svela l’Osservatorio settoriale

0
100

Nel primo semestre di quest’anno crescerà il lavoro per gli addetti del settore manifatturiero e dell’automotive, mentre segnano un rallentamento le assunzioni nella sanità,  nella Pubblica Amministrazione e nel credito.

Questi i dati dell’Ossereceptionistrvatorio settoriale di Gi Group, agenzia per il lavoro, che presenta un’analisi sull’andamento delle opportunità occupazionali  fino a settembre 2011.

Nei prossimi sei mesi si prevedono buone opportunità di lavoro per manutentori elettrici e meccanici, operatori macchine utensili, responsabili di produzione,  receptionist, ma anche per  giovani specializzati nella creazione e gestione di siti web e piattaforme di e-commerce. Si confermano ottime chances anche per le professioni della green economy, specie per i tecnici eolici e fotovoltaici, oltre che per i giovani under 25.

I settori dell’automotive e del manufactoring, per il prossimo semestre segnalano una previsione occupazionale, rispettivamente del + 15% e del + 20% rispetto alla precedente rilevazione.

Le opportunità saranno riservate non solo ai giovani sotto i 25 anni, ma anche a profili altamente specializzati e con ottime conoscenze e competenze tecniche.

Altri settori che traineranno la ripresa economica e daranno numerose opportunità di lavoro, secondo le rilevazioni di Gi Group, saranno anche il food & beverage e il settore alberghiero, con la richiesta di tecnologi alimentari e chef.

Tengono l’ITC, il settore farmaceutico e la moda, mentre al rallentamento delle assunzioni nella Pa, nelle banche e nella sanità, si contrapporranno le assunzioni di donne in somministrazione con la possibilità di essere stabilizzate.

Fonte immagine: descriptionofjobs.com