Lavoro, in Italia trovano posto i diplomati e non i laureati

0
95

L’ Italia è sempre un passo indietro degli altri o addirittura le cose succedono al contrario in confronto agli altri Paesi.

L’ ultimo allarme arriva dal Censis e riguarda i giovani italiani. Secondo gli ultimi dati sembra che nel complicato mondo del lavoro in cui sempre meno spazio è disponibile per i giovani, hanno più opportunità quelli che hanno un diploma che quelli che hanno una laurea. Questo mette al centro delle polemiche il sistema formativo e soprattutto l’ interazione tra i giovani, le università e le aziende.

Il Italia solo il 66,9% dei laureati tra i 25 e i 34 anni di età riesce a trovare lavoro contro una media europea dell’84% e punte dell’ 88% della Germania e dell’88,5% del Regno Unito. La percentuale sale se si parla di giovani nella stessa fascia di età che invece hanno un diploma nel loro curriculum. In questo caso la percentuale sale al 69,5%e questo succede spesso a causa di un’ età che diventa troppo avanzata per i laureati che vogliono entrare nel mondo del lavoro.