Lavoro Femminile: nuova figura professionale la Doula

0
65

doula2

Chi conosce la Doula?
Si tratta di un lavoro ancora poco noto ma con diverse possibilità di impiego.

Intanto la Doula è Donna. Letteralmente la parola, che ha origini greche, significa colei che serve la donna.

È un lavoro di carattere assistenziale: la doula è colei che accompagna la donna e la coppia durante la gestazione ed il parto, supportandoli, altresì, nell’accoglienza del bambino nella famiglia, ovvero nei primi momenti dopo la nascita.

La maternità è una “avventura personale”. Tuttavia, nonostante la profonda intimità di questa esperienza, la donna incinta è alla continua ricerca di conforto e confronto.
Storicamente il ruolo di sostegno alla maternità è stato assolto dalla famiglia, ed ancora più precisamente dalle donne del “clan”. Sino a non molti anni fa madri, nonne, zie e sorelle si facevano carico di educare la nuova mamma all’accoglienza del figlio e la accompagnavano per tutto il tempo dell’attesa. Ma i moderni assetti familiari non sempre consentono che la neomamma sia accudita come una volta. Oggi lavoriamo tutti e per di più siamo spesso fisicamente lontani dalle famiglie d’origine.
Per sopperire alla mancanza di una famiglia capace di accudire la gestante e la puerpera, arriva la Doula.
Professionalmente le Doule si qualificano come educatrici prenatali. La loro missione è quella di condurre le donne ad una maternità serena e consapevole, attraverso una gestazione affrontata con tranquilla gioia ed un parto assistito con umana sensibilità.doula1
L’educatrice prenatale non è un medico e non è un‘ostetrica,  ella deve affiancare la donna, curare le sue ansie e limitarne le paure. In pratica, la Doula assume un compito di sostegno essenzialmente emotivo e psicologico, ciò anche se spesso dovrà spiegare e chiarire alla neo mamma aspetti “medici” della gestazione e del parto.

Le Doule seguono dei corsi che le qualificano alla professione consentendo loro di apprendere le nozioni teoriche utili per il supporto alla donna, ma anche le tecniche di rilassamento e quelle di massaggio. I corsi prevedono periodi di tirocinio presso i punti nascita delle strutture ospedaliere. Il riconoscimento della Doula e del beneficio che apporta al parto è crescente, tanto è vero che la sua presenza nelle sale parto è sempre meno una novità.

Ti piacerebbe lavorare come Doula?

Provaci se sei donna, se conosci le emozioni e la delicatezza della maternità, dell’attesa e del parto,

se ami essere utile agli altri,

se hai doti comunicative e ti è facile entrare in empatia con le altre donne,

se sei dotata di naturale dolcezza.

Federica Federico