Lavori per studenti e studentesse: organizzare eventi

1
120

organizzare-eventiCosa ci ricordiamo principalmente dell’università? bhe apparte i risultati conseguiti ( si spera) altre cose ci portano indietro nel tempo e ci fanno ripensare a quegli anni! cosa? sicuramente le feste, gli eventi, oltre alle varie manifestazioni che svolgevano!

Le feste universitarie sono da sempre sinonimo di divertimento, perciò se avete capacità di pubbliche relazioni, pianificazione, intraprendenza, e vi piace stare al contatto con la gente, allora il lavoro giusto ( per guadagnare qualche soldo extra) potrebbe essere quello di organizzare eventi!

Organizzare eventi è un lavoro che richiede doti di negoziazione, pazienza e praticità, ma che se affrontato nel verso giusto può essere gratificante e remunerativo.

E’ chiaro che dovete dei tipi simpatici e disponibili, spendere del tempo tra la gente ( ricordatevi però di studiare) per tessere la vostra rete di contatti e farvi conoscere.

Ma qual’è il primo passo da seguire? dunque quello che determina il successo di una festa è il luogo / locale ( ma anche il giorno o periodo ) dove si svolge.

Quindi il primo passo è quello di parlare con un gestore di un locale e mettervi d’accordo con lui e sapere se è interessato ad incrementare anche lui qualche entrata, un locale possibilmente centrale, degno e dai prezzi accessibili per le vostre serate.

Fatto questo non è finita: se il gestore accetta dovete trovare un tema adatto alla vostra festa o evento! tema che potrebbe ricadere su un oggetto o bibita ( ad esempio cocktail party giusto per trovare una definizione) o su un giorno della settimana ( ad esempio martedi universitario) o su qualunque altra cosa vi suggerisca la vostra fantasia.

Il vostro guadagno sarà variabile, e potrete prendere una commissione sugli ingressi o sulle consumazioni effettuate.

Dunque un lavoro sicuramente carino, ma dove dovrete dimostrare di avere delle doti gestionali, non dico particolari, ma comunque affinate.

Occhio ovviamente con chi vi mettete d’accordo, se fiutate qualcosa di strano è meglio lasciare stare.

La diffusione è ancora più semplice: passaparola, flyers e social network aiuteranno di molto la vostra campagna pubblicitaria.