Lavorare sulle piattaforme petrolifere, chi assume e quanto si guadagna

0
175

Lavorare sulle piattaforme petrolifere è di certo molto rischioso, ma ben remunerato se proporzionato al tipo di attività svolta. Chi cerca impiego in tale settore, potrà essere assunto per diversi tipi di attività, quali attività di ricerca, produzione, trasporto, trasformazione, commercializzazione di petrolio e con impiego ausialiario a tali attività.

Chi volesse lavorare nelle piattaforme petrolifere, può trovare i giusti riferimenti verificando le posizioni disponibili nei siti che andremo ad elencare:

Eni, impresa integrata che opera in tutta la filiera dell’energia ed è presente oggi con circa 79.000 persone in 85 Paesi del mondo.

Shell, uno dei maggiori gruppi mondiali nel settore dell’energia, esplora, produce e commercializza prodotti petroliferi e chimici, gas e carburanti.

Kuwait Petroleum Corporation (KPC), è universalmente riconosciuto come uno dei dieci migliori conglomerati energetici del petrolio di oggi, è leader nella fornitura sicura di energia pulita per i mercati globali.

Chevron Corporation, azienda petrolifera statunitense costituita nel 1911 in California, dalla dissoluzione del trust Standard Oil Company, prendendo il nome di Standard Oil of California.

In tutte le piattaforme petrolifere sono richieste varie figure professionali, ora ve ne elencheremo alcune che potrebbero essere di vostro interesse:

Elettricisti, meccanici, ingegneri di perforazione, ingegneri tecnici, disegnatori, geologi, ingegneri elettrici, tecnici elettronici, esperti di impianti idraulici, tecnici di impianti di riscaldamento e ventilazione, meccanici industriali, idraulici, saldatori, operatori di gru, addetti alla sicurezza, personale sanitario, personale amministrativo, panettieri, addetti cucina, camerieri e generici.

Sulle piattaforme petrolifere generalmente si lavora effettuando turni di 12 ore per alcune settimane, a cui ne seguiranno altrettante di riposo a casa.

Gli stipendi variano in base alla mansione, ad esempio un assistente in una squadra di perforazione percepisce circa 3.000 euro, un meccanico, un cuoco o un idraulico guadagna mediamente 4.000 euro, mentre un ingegnere circa 8.000 euro al mese netti.

Altre offerte di lavoro che potrebbero interessarti:

– Eni assunzioni a tempo indeterminato, invia il CV CLICCA QUI

– Lavoro in Sorgenia, posizioni aperte e stage retribuiti  CLICCA QUI

– Assunzioni in Eni, 2600 posti disponibili CLICCA QUI