Lavorare per l’ONU: il bando italiano

0
683

Abbiamo già parlato altrove delle strade da seguire per entrare a far parte dello staff delle Nazioni Unite. Uno dei percorsi preferenziali era rappresentato dai concorsi, che però vengono indetti di rado. E’ per questo che l’occasione che si presenta non è da perdere.

Fino al 10 di settembre c’è tempo per inviare la propria domanda di partecipazione al concorso riservato esclusivamente ai cittadini italiani che intendono inaugurare una carriera all’interno dell’ONU. Un bando di questo genere era da circa otto anni che non veniva pubblicato!

 

Il bando

Ad oggi sono 192 i paesi membri che fanno parte delle Nazioni Unite, e 40.000 compongono lo staff operativo dell’organismo  che ha come obbiettivi principali la difesa dei diritti umani, l’eliminazione della povertà e la chiusura dei conflitti mondiali. Far parte di questa realtà oggi sembra appena più semplice soprattutto se il desiderio è quello di lavorare nel settore amministrativo, umanitario, o dell’informazione pubblica e statistica. Sono infatti queste le posizioni aperte per lo stato italiano.

I requisiti

Per ogni posizione se ne richiederanno di differenti; in linea generale sarà fondamentale avere ottimi titoli e buone conoscenze linguistiche in fase di preselezione, un’età non superiore ai 32 anni  e tanta fortuna. Per ogni categoria infatti verranno preselezionati solamente 40 persone che accederanno in un secondo momento, ad una prova scritta che si terrà il 7 dicembre 2011.  Infine i migliori verranno ammessi alla prova orale.

Per inviare la propria candidatura e avere tutte le informazioni necessarie non vi resta che visitare la pagina Carrers nel sito dell’ONU

 

Lascia un commento