Inclusione sociale con il microcredito

0
128

MicrocreditoIl microcredito è un finanziamento senza garanzie erogato a soggetti in difficoltà economica che intendono fare impresa e che non potrebbero avere accesso al credito bancario.

Questa forma di finanziamento è nata  40 anni fa grazie al Prof. Muhammad Yunus, originario del Bangladesh, che nel 2005 è stato insignito del Nobel per la pace.

Il microcredito è stato, poi,  esportato  in tutto il mondo; basti pensare che la banca etica fondata dal generoso “banchiere” ha erogato nel 2009 più di 6 miliardi di dollari.

Le filiali della banca etica di Yunus si trovano, infatti,  in 20 paesi in via di sviluppo, ma anche in quelli occidentali, dove la crisi rende sempre più difficile l’accesso al credito bancario tradizionale.

Il microcredito si caratterizza per l’importo ridotto della somma erogata che viene rapportata al tipo di impresa da realizzare; per l’assenza di garanzie che lo configurano come un prestito fiduciario e per la creazione di gruppi di beneficiari che partecipano allo sviluppo ed alla fattibilità del progetto di impresa.

Il microcredito viene erogato tramite organizzazioni Onlus,  istituzioni religiose, fondazioni di enti pubblici a cui inviare la domanda indicando le caratteristiche del progetto di impresa ed i requisiti di accesso, cioè le condizioni di difficoltà  che consentono di beneficiare di prestiti senza garanzie.

Un progetto di microcredito è in corso in questi giorni in Sicilia a cura della fondazione “ Microcredito e Sviluppo”. La fondazione ha stanziato 1,5 milioni di euro per favorire l’inserimento al lavoro, anche con il microcredito,  di  210 persone svantaggiate ( 105 disabili e 105 giovani in condizioni di disagio).

La fondazione ha indetto anche una selezione per reclutare, con contratti di collaborazione occasionale, 5 operatori del microcredito che si dovranno occupare della divulgazione dell’iniziativa. Le domande di partecipazione sono scaricabili dal sito  www.comune.caltagirone.ct.it. e dovranno essere inviate entro le ore 12 del 20 gennaio 2011.

Fonte immagine: famiglienumerose.org