Imu, pagare in ritardo evitando la sanzione

0
126

Il momento hot per il pagamento del primo acconto dell’Imu è ormai passato e se volete davvero dedicarvi alle prossime vacanze estive potete ancora ravvedervi e pagare se ancora non lo avete fatto.

Il pericolo di controlli e sanzioni è veramente alto e quindi fareste meglio a mettere le mani al portafogli. Specialmente in questi primi giorni e fino a fine mese se effettuerete il pagamento andrete incontro ad una sanzione ridotta  dello 0,2% dell’imposta per ogni giorno di ritardo più gli interessi di mora.

Dopo il 14esimo giorno di ritardo, invece, la sanzione, pur sempre ridotta, lieviterà. In particolare, per poter calcolare il totale dovrete moltiplicare l’importo dell’imposta per il numero di giorni di ritardo e moltiplicare il risultato per il tasso di interesse legale annuo. Il totale andrà diviso per 36.500.

Tra i 15 e i 30 giorni la sanzione sarà del 3% (+ interessi di mora) mentre dal 30esimo giorno la sanzione sale al 3,75%.

Anche in caso di pagamento in ritardo dovrete utilizzare il modello F24.