Imu-Iva, sugli italiani 14 miliardi di euro di tasse

0
61

Si fa sempre più pesante la pressione fiscale in Italia non solo per le aziende ma anche per le Pmi. Si prepara all’orizzonte una vera e propria valanga di uscite che ci costeranno 14 miliardi di euro.

Gli italiani dovranno mettere presto mano al portafogli sia per la prima rata Imu sia per l’aumento dell’Iva (a partire dall’1 ottobre 2012) che a partire dal 2013 ci costeranno 25 miliardi. L’allarme questa volta arriva dall’assemblea dei  dottori commercialisti che hanno messo in evidenza, se ancora qualcuno non se ne era accorto, la pressione fiscale cresciuta in modo “assolutamente irresponsabile”. Il direttore generale dell’Agenzia delle Entrate accolto da qualche fischio, d’altro canto, ha elogiato il lavoro dello Stato che inasprirà la guerra all’evasione fiscale per permettere un fisco più equo per tutti.

La pressione fiscale è destinata a salire al 45,09% nel 2012 e al 45,5%-46% negli anni successivi.