Il decreto Milleproroghe 2021 diventa legge: ecco tutte le novità

0
209
milleproroghe
Fonte: lentepubblica

Nelle ultime ore è stato approvato anche al Senato il disegno di legge riguardante la conversione in legge del decreto Milleproroghe. Una svolta importantissima che comporta parecchie novità, soprattutto in tema di lavoro.

Il testo del decreto è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 1° Marzo, consultabile a questo indirizzo. Andiamo dunque a vedere le principali novità comportate dalla conversione del decreto, con tutti i relativi dettagli a riguardo.

Legge Milleproroghe 2021: tutti i dettagli

Elencare tutte le novità apportate dalla Legge Milleproroghe non è semplice, poiché nel decreto sono presenti numerosissimi settori. La sezione più sostanziosa è composta dalle proroghe di alcune misure legate dallo stato d’emergenza dettato dalla pandemia del Covid-19. La nuova data di scadenza è fissata al 30 aprile 2021. Eccone alcune.

  • potenziamento delle reti di assistenza territoriale;
  • unità speciali di continuità assistenziale;
  • disposizioni straordinarie per la produzione di mascherine chirurgiche e dispositivi di protezione industriale;
  • misure di protezione a favore dei lavoratori e della collettività;
  • semplificazioni in materia di organi collegiali;
  • l’abilitazione all’esercizio della professione di medico-chirurgo e ulteriori misure urgenti in materia di professioni sanitarie;
  • lo svolgimento degli esami di Stato di abilitazione all’esercizio delle professioni e dei tirocini professionalizzanti e curriculari;
  • la continuità della gestione delle università e delle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica;
  • la sottoscrizione e comunicazione di contratti finanziari;
  • l’avvio di specifiche funzioni assistenziali per l’emergenza COVID-19;
  • la sospensione del termine di pagamento dei versamenti contributivi dei lavoratori autonomi beneficiari dell’esonero contributivo di novembre e dicembre 2020, fino alla comunicazione dell’esito della istanza da parte dell’Inps.

Un altro settore parecchio influenzato dalla legge Milleproroghe è quello riguardante gli esami di stato, ma anche l’università stessa. Tutte le prove atte al conseguimento dell’abilitazione in alcune professioni regolamentate saranno svolte in maniera ‘semplificata’, ovvero tramite una prova orale in modalità telematica. Ecco di quali categorie di professioni si tratta:

  • architetti;
  • commercialisti, esperti contabili e revisori legali;
  • agronomi e forestali;
  • biologi e chimici;
  • geometri, geologi, ingegneri, periti agrari ed industriali;
  • psicologi e assistenti sociali;
  • odontoiatri, farmacisti, veterinari, tecnologi alimentare.

Per quanto riguarda le università invece, molti atenei si sono adoperati per prolungare il classico anno accademico, in modo da aiutare gli universitari che a causa del Covid hanno rallentato, o addirittura bloccato, la propria carriera.