Il “lavoro” di cercarsi un lavoro

0
319

faticaCercare  un’occupazione, specie al giorno d’oggi, con le inevitabili difficoltà di ingresso nel mercato, rappresenta davvero un lavoro difficile e, talvolta, estremamente faticoso.

La fatica è quella di mettersi quotidianamente in contatto con le fonti che informano su nuove occasioni di lavoro, quindi siti web e giornali specializzati, ma anche agenzie interinali, uffici di collocamento, oggi detti uffici dei servizi per l’impiego.

Si leggono gli annunci, si selezionano quelli in cui ci si ritiene dei potenziali candidati idonei, si compilano decine di CV, si inviano e  poi si vive nella costante attesa di un contatto per un colloquio di selezione.

Con l’aiuto di Internet candidarsi per delle posizioni lavorative è diventato più semplice e più veloce, ma non sempre è possibile velocizzare tutte le fasi della ricerca e della compilazione dei Cv.

Ci sono siti dove si devono compilare lunghe registrazioni con i dati anagrafici di studio e di lavoro, altri che richiedono particolari requisiti che vanno ulteriormente dettagliati nella stesura di nuove lettere di presentazione e di CV.

Insomma cercarsi un lavoro è davvero un “lavoro” a cui corrisponde un notevole grado di stress, anzi diciamo che lo stress di aspettare una risposta affatica più di cercarla.

Esistono dei modi utili per abbassare questo livello di stress e di fatica, anzitutto pianificando  ed organizzando il lavoro di  invio dei Curriculum.

Conviene creare dei CV predefiniti per i diversi settori a cui ci si vuole candidare.

Ogni documento conterrà solo le esperienze attinenti al tipo di annuncio selezionato, dove apportare, eventualmente, solo le modifiche richieste dallo specifico annuncio.

Altro metodo: rispondere agli annunci di lavoro solo nei fine settimana e nei giorni festivi, quando ci sono meno concorrenti che cercano.

Questo secondo metodo aumenta le probabilità di ricevere qualche risposta dopo l’invio del CV, fatto che vi ripagherà della fatica della sua compilazione e del lavoro di ricerca.

Fonte immagine: ilretegiornale.it