I professionisti anticrisi di domani

0
346

 

Indecisi sul percorso di studi da seguire? Chi può darvi torto! Un tempo era decisamente più facile, si decideva in base alle proprie passioni ed attitudini, d’altronde avere una laurea era già tanto e significava avere in tasca un lavoro. Oggi le cose sono cambiate, e non solo si sceglie il percorso formativo per passione, ma anche consapevoli del fatto che una scelta sbagliata potrebbe trattenere a lungo nel limbo dei disoccupati.

Per fuggire da questo rischio, si potrebbe dare uno sguardo all’articolo pubblicato dal magazine americano 24/7 Wall St. che, sicurissimo delle tendenze del futuro, stila la classifica dei 10 mestieri del futuro.

Infermieri professionali

Al primo posto troviamo gli infermieri professionali, e non si può dar torto alla ricerca. La popolazione americana, esattamente come quella italiana sta invecchiando e la richiesta di infermieri non farà altro che aumentare. Non a caso al quinto posto si piazzano i medici ed i chirurghi, ed al nono posto gli igienisti dentali. Si stima che nei prossimi dieci anni la richiesta di queste tre professionalità garantirà un posto di lavoro a 600 mila giovani.

I Software engineers

Ecco un’altra professione che non conoscerà crisi. La rete d’altronde non si ferma mai, nemmeno in periodo di recessione; ecco perché i suoi tecnici e specialisti hanno un futuro assicurato. I Software engineers si piazzano al quarto posto, mentre i computer systems analysts al sesto. Per i primi è prevista una richiesta di lavoro incrementata per il 34%, per i secondi del 20%. Niente male davvero!

Contabili e revisori dei conti

Cambiano le tendenze ma alcune professioni non tramontano. Nella Top Ten americana non possono mancare i Contabili, ragionieri, specialisti del marketing, ingegneri civili e analisti finanziari. D’altronde, chi guadagnerà soldi domani, dovrà pur farseli gestire da qualcuno!