FISCO-Canone Speciale Rai, il Codacons sul piede di guerra

0
270

Solo nei giorni scorsi abbiamo parlato delle novità della manovra finanziaria e in particolare della possibilità da parte del Fisco di poter pubblicare i redditi e altri dati sensibili per la lotta all’ evasione.

La prima denuncia in questo senso arriva dalla Codacons e in particolare dal suo presidente, Carlo di Rienzi che ha fatto sapere di aver chiesto all’ Agenzia delle Entrate i dati relativi ai dati dell’ evasione del “canone Speciale Rai”, ovvero quello che viene pagato, o almeno dovrebbe, da parte di campeggi, opedali, uffici, negozi, navi, circoli, locali pubblici, sedi di partiti politici, alberghi e altro.

Secondo l’ Associazione oltre il 98% dei contribuenti evade questo canone ma l’ Agenzia ha respinto l’ istanza di accesso ai dati. In una nota Rienzi spiega: ”Parte decisamente col piede sbagliato l’azione anti-evasione annunciata in pompa magna dal Governo” e ancora: il Codacons ”aveva chiesto all’Agenzia delle Entrate di conoscere i dati specifici su tale forma di evasione, al fine verificare il danno per la collettivita’ e intraprendere le dovute azioni legali. L’ente, tuttavia, ha rifiutato categoricamente di fornire quanto richiesto, adducendo improbabili scuse di carattere legale, e sostenendo come l’associazione non sia legittimata ad agire in tal senso”.

Il Codacons ha già previsto un ricorso al Tar del Lazio.

Lascia un commento