Fisco al vaglio delle aziende sistematicamente in perdita

0
109

soldiSpinto da lacune disposizione della manovra economica, il Fisco ha messo sotto controllo tutte quelle aziende che aprono e chiudono dopo pochi mesi e anche su quelle che risultano in perdita sistematicamente.

Secondo i dati raccolti da Unioncamere sono il 15,9% le aziende italiane in perdita.

Tradotto in numeri la percentuale diventa 100mila, è questo il numero delle aziende italiane che in un triennio (2005-2007) hanno chiuso in rosso il loro bilancio. Si tratta di 40mila e 60mila soggetti, che fino a questo momento erano riusciti ad evitare le ispezioni ma che ora dovranno restituire le tasse evase, per un totale di 2,8 miliardi di euro. Quello che più sconcerta è l’ ampiezza del fenomeno, soprattutto nelle grandi città come Roma, Milano, Napoli, Bari e Brescia, la città più in perdita risulta essere Matera.

E’ arrivata subito la risposta degli imprenditori che accusano il fisco di non allarmarsi subito dopo aver notato tre bilanci in negativo consecutivi, stando attenti a non criminalizzare le imprese.