Finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione

0
76

valuteLe imprese italiane che intendono avviare rapporti commerciali con l’estero, esportare i loro prodotti o servizi, penetrare in nuovi mercati o realizzare investimenti al di fuori dei confini nazionali possono beneficiare di finanziamenti agevolati.

Si tratta di prestiti che vengono erogati dagli istituti bancari anche sulla base di convenzioni con enti pubblici come le Camere di Commercio. I finanziamenti agevolati possono assumere diverse forme ed essere a breve o medio termine.

I finanziamenti assistiti sono dei mutui che vengono erogati alle imprese che investono all’estero tramite partecipazioni ed acquisizioni di rami di impresa.

Il 70% di questi mutui è  coperto da polizza assicurativa volta a tutelare l’impresa da possibili fallimenti dell’azienda estera su cui si è investito. I crediti pro soluto sono dei finanziamenti che smobilizzano degli effetti emessi a fronte di dilazioni di pagamento verso clienti esteri.

Anche questi finanziamenti sono coperti da assicurazione per tutelare l’impresa da possibili insolvenze dei clienti stessi. I finanziamenti agevolati per l’export sono dei crediti a medio termine a tassi più bassi della media applicati per imprese artigiane o industriali che  hanno un rilevante fatturato di vendite all’estero.

Questi finanziamenti sono coperti da garanzia assicurativa, hanno dei tassi agevolati per tutta la loro durata e coprono tutto il capitale dilazionato.

Le imposte applicate su questi finanziamenti sono molto basse,  intorno allo 0,01%. Per ulteriori informazioni ci su può rivolgere agli sportelli della propria banca, alla Camera di Commercio della provincia di residenza o di sede legale dell’attività o ai Centri Estero regionali attivati sempre presso le Camere di Commercio.

Fonte Immagine: janejacobs.wordpress.com