EWEA: Italia in progresso su energia rinnovabile, ma troppi blocchi

0
271

pale eolico mareIn occasione della seconda edizione del Global Wind Day, “Giorno del Vento”, la Ewea (European Wind Energy Association) ha fatto il punto della situazione sulla produzione di energia da fonti rinnovabili.

I dati recenti, raccolti da Ewea, evidenziano che per quanto riguarda l’ energia eolica, l’ Italia si posizione al terzo posto come nuova capacità installata nell’ anno 2009, segnando un +1114 MW. L’ Italia ha totalizzato un totale di 4844,80 MW, equivalente all’11% di quella europea, avanti alla Spagna con 2459 MW e alla Germania  con 1917 MW.

Come al solito in Italia c’è sempre qualcosa che rallenta lo sviluppo e l’innovazione, come le difficoltà burocratiche e amministrative, anche secondo Luciano Pirazzi, il segretario scientifico dell’Anev (Associazione Nazionale dell’Energia del Vento), che ha sottolineato che per avere un permesso per un impianto eolico passano dai 3 ai 4 anni di attesa. Un altro blocco arriva dalla carenza delle infrastrutture, visto che bisogna fermare gli impianti eolici per non mandare in tilt il sistema, poichè la rete elettrica non è idonea ad assorbire l’ energia prodotta.

E infine, con la manovra finanziaria dei giorni scorsi, il nuovo problema  è quello dei certificati verdi.

Lascia un commento