Esperto in compensation: chi è e cosa fa

0
155

esperto compensation

Se ne sente parlare davvero poco, soprattutto per il fatto che si tratta di una figura ancora alle prime armi, specialmente nel mercato del lavoro italiano, eppure di esperti in compensation ce ne dovrebbero essere molti di più. Perché?

Garantiscono ai dipendenti stipendi e benefit adeguati al contributo che regalano all’azienda, adeguandoli se necessario al mercato esterno con il quale vengono comparati. Per dirla più semplice l’esperto in compensation è uno specialista che lavora per l’azienda x che valuta lo stipendio e i benefit (cellulare o macchina aziendale, sconti vantaggi etc) del dipendente y adeguandoli agli standard di mercato, proponendo eventuali promozioni del personale ed eque gratifiche.

Il suo ruolo è di fondamentale importanza perché garantisce una buona soddisfazione dei lavoratori da un punto di vista economico e professionale.

Ovviamente l’esperto in compensation terrà d’occhio anche le retribuzioni troppo alte e ingiustificate livellandole e limitando i costi aziendali inutili.

Si tratta di una figura che lentamente si sta guadagnando un posto fisso all’interno delle grandi aziende, inserendosi ovviamente nel reparto risorse umane con l’obbiettivo di migliorare la gestione del personale. In molti più casi però si tratta di una figura indipendente che presta consulenze occasionali alle aziende che lo richiedono.

Per diventare esperto in compensation si dovrà essere particolarmente ferrati su varie materie:

  • retribuzioni del personale;
  • gestione risorse umane;
  • legislazione del lavoro;
  • analisi, valutazione comparazione dei dati di mercato;
  • software informatici.

L’identikit tipo dell’esperto in compensation lo disegna come un giovane laureato in discipline politico economiche o giuridiche che abbia seguito un corso specifico post laurea nel settore delle risorse umane.

Di norma comunque l’esperienza, quella che rende professionisti, si fa sul campo!