Equitalia fa i Saldi, sconti per chi paga le Multe entro Febbraio

0
183

Si sa da Gennaio a Febbraio ci sono i saldi e anche Equitalia entra nell’ottica e fa sconti a chi paga entro fine Febbraio.

Niente interessi di mora e interessi di ritardata iscrizione a ruolo per chi pagherà in un’unica soluzione le cartelle esattoriali e gli avvisi di accertamento esecutivi.

Ma quali sono i tributi che rientrano in questa fascia di saldi? Prima di tutto il contribuente dovrà verificare la data in cui i tributi sono stati consegnati a il tipo di atto ricevuto che dovranno rientrare nella data del 31 Ottobre 2013. Queste informazioni sono contenute nell’estratto di ruolo che si può chiedere agli sportelli di Equitalia.

Per queste cartelle esattoriali il contribuente potrà non pagare gli interessi di mora, che maturano dalla data di notifica della cartella in caso di mancato pagamento delle somme entro i 60 giorni previsti. In queste agevolazioni rientrano anche le entrate erariali come Irpef e Iva e le entrate non erariali come il bollo auto e le multe per violazione al codice stradale elevate da Comuni e Prefetture.
Inoltre, per le cartelle/avvisi riferite a entrate erariali, non si paga il tributo relativo agli interessi per ritardata iscrizione a ruolo, indicati nella cartella di pagamento e nell’estratto di ruolo.
Niente sconti invece per le sentenze di condanna della Corte dei Conti, i contributi richiesti dagli enti previdenziali (Inps, Inail), i tributi locali non riscossi da Equitalia e le richieste di pagamento di enti diversi da quelli ammessi.
Per pagare è sufficiente rivolgersi ad uno sportello di Equitalia oppure andare presso negli un ufficio postale e pagare tramite bollettino F35, indicando tassativamente nel campo “Eseguito da” la dicitura “Definizione Ruoli – L.S. 2014“, e indicando il codice fiscale, per ognuna delle cartelle/avvisi che si vuole pagare in forma agevolata.
Se il credito che ha il contribuente è con la Pubblica amministrazione, Equitalia contatterà i contribuenti e verificherà la presenza di eventuali debiti con lo Stato di importi superiori a 10 mila euro.
[Fonte www.quifinanza.it]