Energy Manager: chi è?

1
187

energy_manager_san_giorgio_a_cremano

Di questa figura abbiamo già parlato trattando di tutta quella marea di eco lavori che stanno saltando fuori come funghi in questi anni. Tutto merito della green economy e di chi si è reso conto che l’ambiente non riesce più a sostenere un’economia votata alla spreco ed all’inquinamento.

E’ a questo punto che entra in ballo l’Energy Manager o italianizzando il Responsabile per l’uso razionale e per la conservazione dell’energia.  In Italia il via a questa figura l’ha dato la legge 10/91 per aziende ed enti privati e pubblici, caratterizzati per un abbondante spreco di energia.  Se ad inizio questa figura era normalmente dipendete dell’azienda, oggi sempre più spesso l’Energy Manager è un professionista e consulente esterno all’azienda con la quale si trova a collaborare.

Fra le attività svolte da questa figura stanno principalmente le progettazioni e realizzazioni di tutti quegli interventi a carattere gestionale e tecnico  che razionalizzeranno l’uso dell’energia. La figura inoltre saprà definire i consumi attraverso un chiaro bilancio, ottimizzare le forniture che consentiranno un risparmio energetico, e propone quando necessario modifiche sia per le procedure che per gli impianti.

I professionisti del settore sono tutti iscritti all’elenco curato dalla FIRE, la Federazione Italiana per l’uso Razionale dell’Energia. Non si tratta di un vero e proprio albo ma per comparire nella lista si dovrà essere necessariamente nominati da un soggetto autorizzato.

Se è la strada che intendete percorrere date un’occhiata alla guida alla nomina sul sito della FIRE. Troverete molti consigli utili per entrare a far parte dell’elenco autorizzato degli Energy Manager e tutti i corsi di formazione e specializzazione del settore.