Economia, italiano stringono la cinghia e tagliano i consumi

0
270

Gli italiani continuano a stringere la cinghia e anche se i saldi sono stati un flop a causa della perdita del potere di acquisto degli stipendi italiani, continuano a crescere le spese a a dimunire i consumi.

Secondo l’ outlook Censis-Confcommercio la situazione delle famiglie italiane in questo primo semestre 2011 è peggiorata soprattutto a causa di rincari di prodotti e servizi che fanno parte delle spese obbligate. Più in particolare, le famiglie italiane quest’ anno hanno speso oltre il 50% in più rispetto alla fine del 2010 ma questo è dovuto soprattutto a spese per benzina e parcheggi per il 63,1% delle famiglie, per generi alimentari per il 51,5%, per le attività dei figli, per la salute e le bollette.

Come se non bastasse solo il 53% delle famiglie intervistate ha confermato di essere andato in pari con le spese a fine mese mentre il 18,8% non è riuscito riuscito a coprire le spese e ha dovuto attingere ad altre fonti per la copertura e in particolare oltre il 60% ha fatto ricorso ai risparmi, il 15% ha chiesto un prestito a parenti e amici e il 5% ha chiesto un prestito bancario, gli altri hanno rinviato il pagamento.

Lascia un commento