Diventare guida turistica

0
118

copertina_guida

In questa stagione estiva è uno dei lavori più richiesti, specie dalle città d’arte e dalle città turistiche più gettonate. Ma come si diventa guida turistica?

Principalmente si dovrà avere una grande passione per quello che si vorrebbe diventasse un lavoro, amore e fantasia. Solo negli ultimi tempi il ruolo di guida turistica o di accompagnatore turistico è stato riconosciuto dalla legge e di conseguenza regolamentato. Non che prima di allora non si vedessero in giro per le vie delle più belle città, Ciceroni che presentavano le meraviglie architettoniche e naturalistiche eppure la professione è stata definita solo nel 1983 dall’articolo 11 Legge 217. Guida turistica diventa chi per professione accompagna singole persone o gruppi nelle visite ad opere d’arte, a musei, a gallerie, a scavi archeologici, illustrando le attività storiche, artistiche, monumentali e paesaggistiche naturali.

Chiunque voglia inaugurare la propria carriera in qualità di guida turistica dovrà:

  • conoscere almeno una o più lingue straniere;
  • avere una conoscenza approfondita delle opere d’arte, dei monumenti presenti sul territorio;
  • avere una conoscenza approfondita delle meraviglie naturalistiche presenti sul territorio;
  • essere in possesso di una licenza rilasciata dalle autorità locali successivamente ad un esame abilitativo;
  • essere in possesso di diploma ottenuto frequentando una scuola superiore, anche se per la maggiore le guide turistiche dispongono tutte di laurea  in ambito letterario o linguistico;

Chiaramente pur avendo una buona preparazione culturale generale ed artistica, non tutti potranno diventare guide turistiche. Servono infatti delle attitudini personali particolari tali che consentano alla guida di relazionarsi con successo agli altri, di cogliere richieste, necessità e aspettative. Una buona guida turistica dovrà presentare iniziativa ed inoltre  si dovrà adattare al livello di cultura dei gruppi che guiderà alla scoperta della città.

Per diventare guida turistica si potrà frequentare un corso di formazione professionale o più semplicemente ci si potrà iscrivere all’esame presso gli enti locali abilitati, preparandosi come autodidatta. Fra le materie oggetto d’esame e dunque obbiettivi del corso di formazione professionale sarà presente la storia, l’arte, il diritto, storia della lingua e soprattutto letteratura del posto.

Una volta superato l’esame verrà rilasciato una sorta di patentino  che consentirà l’iscrizione all’Albo che richiederà il pagamento di una quota annuale.

Il primo passo da compiere per tutti quelli che intendono diventare Guide Turistiche, è dunque quello di informarsi presso la Regione entro la quale si intende operare,  su date ed esami.

Per maggiori informazioni gli interessati potranno visitare questo sito: http://www.corsiturismo.it/