Disoccupazione, il 30% dei “bamboccioni” è a spasso

0
148

In attesa di scoprire cosa succederà quando i “licenziamenti facili” prenderanno piede, ecco che il mondo dei “bamboccioni” continua a crescere a causa della disoccupazione che aumenta.

Secondo i nuovi dati istat relativi al mondo del lavoro, nel mese di settembre il tasso di disoccupazione italiano è salito all’8,3% e questo significa che si è tornati indietro di oltre un anno, ai livelli di novembre 2010. Non c’è molto da stupirsi da questo nuovo rialzo visto che settembre coincide anche con la fine della stagioen estiva e quindi anche di alcuni dei lavori cosiddetti stagionali.

Il tasso di occupazione è sceso al 56,9%, in calo di 0,2 punti percentuali sul mese precedente e di 0,1 in termini tendenziali mentre segna un aumento rapido il tasso di disoccupazione giovanile che segna il 29,3%, il livello più alto da gennaio 2004.