Disoccupazione: Dati fermi all’ immediato dopoguerra

0
309

disoccupazioneTutti parlano dell’ inizio della ripresa economica ma a quanto pare l’ unico dato che resta sempre negativo, per non dire che sta peggiorando, è ancora quello legato all’ occupazione.

La disoccupazione, infatti, resta stabile all’ 8,5% nei Paesi dell’ Ocse che ha rilevato il dato nel mese di luglio. Il dato sembra essere in leggero calo se si osserva il mese di maggio, quando si stimava un tasso dell’ 8,6% . Restano 45,5 milioni le persone non occupate, in linea con i livelli di segnati durante il periodo del dopoguerra.

I Paesi che sembrano preoccupare ancora di più sono la Slovacchia con il 15%, l’Irlanda  con il 13,6%, il Portogallo  con il 10,8% e l’Ungheria con il 10,3% e la Spagna con il 20,3%. Sembrano non soffrire dello stesso problema la Corea, con il 3,7% e l’ Austria, che non supera il 3,8%.

In media rimane l’ Italia con un tasso dell’8,4%.

Lascia un commento