Dichiarazione integrativa, ecco come e quando farla

0
42

modello-730La scadenza ultima per la dichiarazione dei redditi è domani, 30 settembre.

La stessa scadenza vale per la dichiarazione integriva, con la quale potrete correggere gli eventuali errori commessi nella dichiarazione. Non si tratta di una semplice comunicazione ma di una vera e propria dichiarazione che bisogna compilare valorizzando la casella nel riquadro Tipo di dichiarazione che si trova nel modello. La Dichiarazione Correttiva andrà inviata nei termini.

Si può scegliere di inivare una:

  • dichiarazione integrativa a favore, per correggere errori in cui si è indicati un maggiore reddito o di un maggiore debito d’imposta, anch’ essa da presentare entro i termini per la dichiarazione relativa al periodo d’imposta successivo;
  • dichiarazione integrativa, per correggere errori od omissioni che abbiano indicato un minor reddito o un maggior credito evidenziando i quadri della dichiarazione originaria da modificare o aggiornare, da inviare entro il 31 dicembre del quarto anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione.

 

Più nello specifico nel riquadro Firma della dichiarazione e nelle caselle presenti nel riquadro Tipo di dichiarazione del frontespizio della dichiarazione integrativa, alla barratura dovrete sostituire uno di questi codici: 
1: quadro o allegato compilato senza apportare modifiche nè nella dichiarazione originaria e nè in quella integrativa;
2: quadro o allegato compilato nella dichiarazione integrativa, senza averlo compilato, o avendolo fatto diversamente, nella dichiarazione originaria;
3: quadro o allegato presente nella in quella originaria e non in quella integrativa.

 

Via|Pmi.it