Decreto Sviluppo: Edilizia e appalti, ecco le modifiche

0
91

Nel tanto discusso Decreto Sviluppo, che ha avuto, nei giorni scorsi, l’ ok del Consiglio dei Ministri, sono contenute anche delle misure nazionali per il rilancio dell’Edilizia.

Per quanto riguarda il Piano Casa, le Regioni dovranno approvare nuove leggi riguardanti incentivi per demolizione e ricostruzione entro 60 giorni dall’entrata in vigore. Confermata la Scia al posto della Dia  e anche il principio del silenzio-assenso per costruire  nel caso in cui non si riceva parare contrario in 90-100 giorni oppure 180-200 nelle città che hanno di 100.000 abitanti tranne per i casi in cui sussistano vincoli ambientali.  Mentre se le violazioni nella costruzione non superi il 2% queste non fermeranno i lavori per opera della sanatoria.

Per quanto riguarda gli appalti pubblici saranno introdotti tetti su riserve e opere di compensazione. Non ci sarà più il bando di affidamento con procedura negoziata fino a un milione di euro e subiranno delle modifiche anche i requisiti che le imprese devono avere per partecipare alle gare di appalto.

 

VIA|PMI.IT