Curriculum vitae: no alle banalità

0
1104

Quando si parla di Curriculum, normalmente ci si sofferma con una certa determinazione su quel che è bene scrivere, proponendolo in mille salse diverse. Mai nessuno che racconti cosa invece sarebbe bene non scrivere. Oggi insieme scopriremo cosa non va nel tuo cv.

La parola chiave è no alla banalità! Mettiamoci per un attimo nei panni di chi legge tutti i giorni maree di curriculum; a colpirlo saranno quelli nei quali trova frasi nuove, forme originali e non la stessa cantilena ripetuta all’infinito.

I candidati che inviano il proprio curriculum ad una qualsiasi azienda, si presentano di norma come ottimi comunicatori, capaci d’interagire con il pubblico in quanto dotati di una forte empatia. Se così fosse il curriculum non sarebbe così noioso no? L’incoerenza potrebbe essere bocciata dai recruiter con lo scarto del cv.

Molti dei candidati sottolineano, in fase di stesura del curriculum la propria precisione, puntualità e cura per i dettagli. Peccato che qualche imprecisione all’interno del cv sia sempre presente. Per questo è preferibile mettere in mostra questa particolare dote in fase di colloquio.

Altro concetto del quale si abusa è quello dell’alta qualificazione: se ci si presenta come medico dentista ci mancherebbe altro non esserlo. Identico discorso si potrebbe dire per la qualità spesso messa in mostra dell’affidabilità. Si tratta di requisiti che verranno testati in fase di colloquio sui quali è bene non soffermarsi troppo durante la stesura del curriculum.

Infine un occhio d’attenzione in relazione al discorso referenze. Credi davvero siano necessarie? La risposta il più delle volte è no! Il recruiter se interessato al profilo darà uno sguardo online, quindi il consiglio non è tanto quello di inserirle nel curriculum quanto piuttosto di gestire con attenzione la propria pagina Linkedin e la fama online.

Un curriculum originale, che si legge piacevolmente e non scritto in burocratese probabilmente vi varrà un colloquio face to face. A quel punto potrai sfoggiare le tue qualità, non a parole, ma con i fatti.

Photo Credit: Tempiespazi.it

 

 

Lascia un commento