Curriculum Vitae efficace, consigli per far colpo

0
70

curriculum-vitaeIl curriculum vitae è il nostro biglietto di presentazione alle aziende! è la nostra vetrina, il vassoio dove porgiamo agli altri la nostra conoscenza!

Scrivere un curriculum in una maniera consona e non improvvisata permetterà alle aziende che riceveranno le vostre proposte di esaminarvi in modo più preciso, ma soprattutto vi permetterà di focalizzare la loro attenzione direttamente sulle vostre competenze.

Questo per quale motivo? perchè spesso la la selezione del personale è affidata a società esterne, che valutano decine ( se non centinaia) proposte di lavoro giornalmente, pertanto se volete evitare che il vostro CV venga cestinato senza essere nemmeno visionato è bene che prendiate delle piccole “precauzioni”.

Innanzitutto leggete bene i modi e le istruzioni di invio che ogni azienda rende disponibile sul proprio sito web: ad esempio alcune preferiscono gli allegati, altre di inserire il tutto direttamente nel corpo dell’email, altre di allegare un portfolio o una lettera di presentazione e via così.

In primis il formato di invio: molti utenti commettono l’errore di spedire il loro curriculum in formato .doc ( quello di MS Word per intenderci).

Ove non espressamente specificato, è meglio spedire il proprio CV in un formato leggibile e fruibile su tutti i pc, in quanto word ( o programmi simili che hanno formati proprietari o poco diffusi) potrebbe essere inadatto per vari motivi: la compatibilità della versione, l’invio potrebbe corrodere il documento, programma non installato etc etc.

Usate un formato compatibile e fruibile da ogni pc: pdf ad esempio, oramai installato sul 99% dei Pc,  o Html, il linguaggio di marcatura delle pagine web leggibile da qualsiasi browser.

Altra cosa molto importante è l’onestà: anche se il vostro CV dovesse sembrare “scarno”, elencate solo i campi dove siete realmente competenti, senza esagerare con concetti inutili.

Questo perchè? perchè all’invio di un CV molto spesso ( quasi sempre ) segue un colloquio personale, in cui l’esaminatore capisce se state mentendo oppure no! il loro mestiere infatti oltre di esaminare i requisiti, è quello di scovare eventuali “furbetti”.

Cosa scrivere in un curriculum? domanda scontata? no, in quanto il vostro curriculum dovrà essere lungo al punto giusto:

In alto, la prima cosa da inserire sono ovviamente i dati anagrafici e di contatto, poi indicare la vostra formazione, e terzo ( molto importante) evidenziare bene le vostre esperienze professionali, anche quelle che potrebbero sembrarvi non attinenti ( se al liceo davate ripetizioni ad ore, oppure avete fatto il barman indicatelo comunque); nel corpo centrale vanno inseriti il tipo di lingua ed il livello conosciuto, e poi le conoscenze informatiche / settoriali, che vanno divise in categorie( ad esempio grafica e foto-editing: adobe photoshop cs3, poi potete indicare all’inizio o alla fine anche il livello di conoscenza).

Non dimenticate mai nemmeno di elencare i vostri interessi, hobbyes e passioni: tutto quello effettuato a livello extra lavorativo è sinonimo di dinamismo.

Completano il quadro gli obiettivi per il futuro ( e poi incrociate le dita).