Curriculum Vitae, cos’è e come compilarlo: i trucchi per un CV perfetto

0
345
curriculum-vitae
Fonte: Pixabay

Il Curriculum Vitae è un attore principale del mondo del lavoro. Chi offre lavoro lo consulta attentamente, chi invece si candida deve aver cura di compilarlo senza commettere errori. Il CV, unito ovviamente alle giuste competenze, è ciò che fa la differenza tra un candidato assunto ed uno scartato.

Al giorno d’oggi, dunque, conoscere i trucchi per stilare il Curriculum Vitae perfetto è di vitale importanza. In questo articolo andremo ad analizzare passo passo tutti i vari componenti di un buon CV.

Cos’è il Curriculum Vitae?

L’espressione Curriculum Vitae deriva dal latino ed indica letteralmente l’insieme dei corsi e dei loro contenuti, offerti da una istituzione quale una scuola o un’università, ed accumulati nel corso della vita.

In pratica è il documento, solitamente in PDF, che va allegato nell’email della propria candidatura alla posizione lavorativa a cui si è interessati. Di solito il CV può anche essere accompagnato da una lettera di presentazione, che nella maggior parte delle volte è facoltativa.

Come compilare un CV – Trucchi e Consigli

Intorno al mondo del Curriculum Vitae orbitano ormai tantissime informazioni. Innanzitutto la prima cosa da curare, essendo anche la prima cosa che salta all’occhio all’esaminatore, è la grafica e lo stile del documento.

Sempre consigliato infatti cercare di distinguersi dalla massa, cercando di dare un pizzico di originalità al proprio CV. Per compiere tale operazione si possono percorrere per lo più due strade: la prima prevede la realizzazione del Curriculum tramite un software di grafica come Photoshop Illustrator; la seconda strada, facilmente percorribile, consiste nell’utilizzare modelli pre-esistenti dal web (a tale scopo, consiglio caldamente il portale canva.com).

Il secondo step da rispettare è la struttura del modello. Il consiglio è quello di piazzare in bella vista tutte le maggiori competenze possedute, dimostrate dalle rispettive esperienze lavorative. Questa deve essere la parte cardine del Curriculum Vitae.

Appena dopo queste informazioni, sempre molto importanti sono le cosiddette “competenze trasversali”, ovvero quelle competenze che non riguardano nello specifico l’ambito lavorativo a cui ci si candida. Un esempio di competenza trasversale è il saper lavorare in team, soft skill sempre molto richiesta nel mondo del lavoro.

Ovviamente in un Curriculum Vitae non devono assolutamente mancare tutte le informazioni personali ed i vari recapiti a cui l’esaminatore potrà poi rivolgersi in caso di risposta alla candidatura.

Completate le parti essenziali, vi sono alcuni accorgimenti che è consigliato prendere. Innanzitutto, così come la grafica, un ruolo molto importante è ricoperto dalla presenza della foto. Pur non essendo obbligatoria, infatti, è scientificamente provato che una buona foto incentivi l’esaminatore a meglio considerare il candidato.

Ovviamente, superfluo anche consigliarlo, prima di inviare il Curriculum Vitae bisognerà assolutamente assicurarsi che esso non contenga errori ortografici o di qualsiasi altro tipo.

Infine, una delle più grandi accortezze che si possano avere nella realizzazione di un Curriculum Vitae, è quella di modificare il documento in base al tipo di lavoro per cui ci si candida. In questo modo il nostro CV conterrà solo informazioni utili all’esaminatore, evitando così superflue perdite di tempo per competenze non richieste e spesso fuorvianti.