Creare rendite automatiche con Adsense

0
260

Le rendite automatiche create con Adense potranno costituire l’unica vera rendita pensionistica per milioni di persone. La notizia non è in realtà una notizia, ma una considerazione che molti publisher del web fanno in merito al noto programma  di Google.

Con l’affiliazione ad Adsense i proprietari di siti web guadagnano tramite i click ricevuti sui link pubblicitari. Questo sistema ha reso la maggior parte dei siti dipendenti da Google, ma li ha resi anche liberi di produrre reddito semplicemente pubblicando dei contenuti.

Questo reddito, una volta creato tende o a stabilizzarsi o a crescere nel tempo e ciò perché Google mostra nelle prime pagine dei risultati di ricerca i contenuti più validi e interessanti. Questi stessi contenuti tendono a rimanere quasi per sempre nelle stesse posizioni ottenendo un certo numero di visite e un certo numero di click paganti.

Con il trascorrere dei mesi e degli anni, e anche con l’ausilio dell’aggiornamento sistematico di un sito web, le entrate derivanti da Adsense potranno crescere in proporzione, trasformandosi in un reddito mensile stabile e continuativo. Questa forma alternativa di reddito può diventare l’unica rendita pensionistica per milioni di persone, specie di questi tempi in cui non si trova lavoro e in cui ci sono poche speranze di riuscire a percepire una pensione tradizionale.

Come sempre, anche con Adsense, conta molto il fattore tempo. Un sito con 200 contenuti produce in media una revenue di 30 euro mensili, considerando che non tutti gli articoli finiscono per essere indicizzati nelle prime posizioni, 2000 contenuti ( meglio se ben posizionati) possono diventare 300 euro mensili. Entrate maggiori,  a parità di contenuti, possono dipendere anche dall’argomento trattato.

La costanza nell’aggiornamento del sito e la validità dei contenuti pubblicati potranno determinare la creazione della rendita automatica che certamente non servirà nell’immediato per avere uno stipendio, ma per poter avere in futuro almeno una pensione alternativa e dignitosa.

Fonte immagine: mtwebnetwork.com

 

Lascia un commento