Contributi Inps, concorrono ai rimborsi Iva in F24

0
953

f24L’ Agenzia delle Entrate ha chiarito, con una circolare dello scorso 4 marzo, che i contributi INPS effettuati in compensazione con il modello F24 possono concorrere al tesso massimo dei rimborsi Iva.

Da questo chiarimento sono interessati soprattutto le imprese solvibili, che sono state esonerate dal prestare le garanzie previste di norma. Al fine del calcolo della cifra da rimborsare ci sono tutti i versamenti eseguiti tramite l’ F24 e che l’ Agenzia delle Entrate ha definito “espressione di uno status di affidabilità”.

La circolare fa riferimento anche ai contribuenti “virtuosi” e quindi a tutte quelle aziende che sono regolari nei versamenti dei contributi, sia essi previdenziali o assicurativi, che presentano affidabilità e che siano in attività da almeno cinque anni. Infine l’ Agenzia ha chiarito anche che il rimborso non può essere maggiore del 100% della “media dei versamenti affluiti nel conto fiscale nel corso del biennio precedente”.

Lascia un commento