Home Evidenza in homepage Congedo di paternità 2021: tutte le novità

Congedo di paternità 2021: tutte le novità

0
fonte: pixabay

Con la Legge di Bilancio 2021, sono state apportate vari modifiche al congedo di paternità. Di seguito sono presentate tutte le informazioni riguardo i requisiti per richiederlo, la domanda e a chi spetta.

CONGEDO DI PATERNITÀ

In occasione della nascita, affidamento o adozione di un bambino, al lavoratore dipendente viene concesso un permesso retribuito. Introdotto in via sperimentale nel 2012, il congedo di paternità nel corso degli anni ha subito delle modifiche. Inizialmente, infatti, i giorni concessi erano 3 (di cui 1 obbligatorio e 2 facoltativi), arrivando, nel 2020, ad un totale di 7 giorni. Con la Legge di Bilancio 2021 è stato introdotto un ulteriore incremento dei giorni, arrivando a 10.

Oltre all’ampliamento dei giorni obbligatori, il congedo di paternità è stato anche esteso per i casi di morte perinatale. Per quanto riguarda i giorni, oltre ai 10 di congedo obbligatorio, se ne aggiunge uno facoltativo che è sfruttabile in caso di rinuncia, da parte della madre lavoratrice, ad un giorno del proprio congedo di maternità. Chi fosse interessato a richiedere questo congedo, ha tempo di presentare la richiesta almeno 15 giorni prima del periodo in cui intende astenersi dal lavoro.

A CHI SPETTA?

Il congedo di paternità 2021 spetta a tutti coloro titolari di un contratto di lavoro dipendente nel settore privato nei seguenti casi:

  • nascita di un figlio;
  • decesso del figlio, nei primi 10 giorni di vita del bambino o dal primo giorno della 28° settimana di gestazione;
  • adozione o affidamento di un minore.

Non rientrano, invece, i dipendenti pubblici. Per questa categoria, sarà il Ministero della Pubblica Amministrativa che dovrà occuparsi di una simile norma.

DOMANDA

Coloro interessati al congedo di paternità, possono presentare domanda di richiesta attraverso due modalità:

  • per i lavoratori che ricevono pagamento direttamente dall’INPS, possono presentare la domanda tramite procedura telematica. Visitando la pagina web dell’INPS, l’interessato dovrà cliccare sulla sezione ‘Prestazioni e Servizi’, cliccando poco dopo su ‘Congedo papà (nascita, adozione o affidamento bambino)’Si dovrà effettuare l’accesso con lo SPID oppure utilizzando PIN INPS, Carta di identità elettronica 3.0 (CIE) o Carta nazionale dei servizi (CNS).
  • per coloro che ricevono pagamento dal datore di lavoro, dovranno presentare a quest’ultimo una domanda in forma scritta in cui si indicano i giorni in cui si desidera astenersi dal lavoro.

Exit mobile version