Confindustria: ripresa, Italia peggiore tra le performance

0
136

lavoro-neroSecondo quanto riferito dal centro studi di Confindustria sulla ripresa economica sembra che  “la performance dell’Italia è tra le peggiori, così come lo era stata nella recessione”.

Secondo il rapporto di autunno le stime di crescita per il 2011 scese al +1,3%, dal +1,6% stimato a giugno, la ripresa in Italia “perde slancio” e a questo punto servono solo delle riforme strutturali che ci permettano di saltare sul treno prima che sia un’altra volta tardi. Il Centro studi di Confindustria “stima che il 2010 si chiuderà con 480 mila persone occupate in meno rispetto al 2008”, con 450 mila sono i posti di lavoro già persi a fine giugno e altri 30 mila “a rischio” nella seconda metà del 2010.

A questo si aggiungono i dati sul sommerso che ha improvvisamento accelerato  nel 2009 e che ora arriva ad oltre il 20% del Pil.