Conciliare lavoro e famiglia

0
64

La conciliazione dei tempi del lavoro con quelli della famiglia è una delle sfide più difficili per le donne impegnate professionalmente. Spesso non è facile trovare il giusto compromesso con i doveri imposti dallo svolgimento di un’attività lavorativa e quelli, altrettanto impegnativi, della famiglia.

Quando non intervengono le leggi, sono le stesse donne a tentare di organizzarsi in tutti i modi per riuscire ad esserci nel lavoro ed anche in ambito familiare.

Riportiamo in questo post l’esperienza di Simona ( nome di fantasia sempre per rispettare l’anonimato chiestoci dall’intervistata) brillante 40 enne, lavoratrice autonoma con famiglia a carico,  che ha deciso di conciliare lavoro e famiglia imponendosi la regola del semi-fulltime. Simona puoi spiegarci cosa intendi per semi full-time?

Lavorando in proprio non potevo permettermi un part-time, perché avrebbe significato dimezzare i guadagni. Così mi sono decisa ad accorciare il full-time. Di mattina lavoro dalle 9 alle 11 – 11,30 , poi mi dedico a far la spesa ed a cucinare persino la cena per la sera. I lavori domestici sono rinviati alla sola giornata di sabato, quando non lavoro. Nel pomeriggio riprendo il lavoro dalle 15  fino alle 19 -19,30. Questo metodo di lavoro io lo chiamo semi-fulltime. La mattina presto ho il tempo per svegliare marito e figlio, gestire la colazione e preparare il piccolo per andare a scuola”.

Che dire? Le donne italiane sono davvero delle eroine in fatto di organizzazione. Meriterebbero il premio Nobel. Intanto consigliamo a tutte le lavoratrici autonome full-time di sperimentare il semi full-time lanciato dalla nostra amica.

Fonte immagine: notizie.guidaconsumatore.com