Come vivere bene risparmiando

0
57

Risparmiare di questi tempi è un arte, ma chi riesce nell’intento è dell’opinione che sia più che possibile vivere con uno stipendio annuale medio di 18 mila euro, tanto per intenderci quel tanto che in genere guadagna un italiano tipo.

Ovviamente quando si parla di guadagni annuali è d’obbligo distinguere fra lavoratori del nord (che in media guadagnano 21 mila euro annuali) e lavoratori del sud (che si stima guadagnino circa13.400 euro all’anno) e prendere in considerazione inflazione, ritardi nel pagamento degli stipendi, aumento del costo della vita e chiaramente spese: la più imponente è quella relativa all’affitto della casa o eventualmente al mutuo da pagare.

Tutte queste variabili da prendere necessariamente in considerazione, possono essere meno pesanti per chi sa come risparmiare ogni mese qualche soldo, mettendo da parte spese accessorie e in alcuni casi discutibili: shopping, tempo libero, telefonia, serate con amici, palestra e chi più ne ha, più ne metta.

Un buon risparmiatore sarà in grado di mettere da parte qualche soldo anche tagliando con le spese domestiche, con le bollette e con tutte quelle spese che ruotano intorno al possesso di una macchina. Ecco qualche segreto per spendere con intelligenza i propri soldi:

Bye Bye fondi di investimento e banche: se si hanno dei soldi lasciati a riposare in banca o investiti senza grossi risultati li si potrà investire in qualcosa di davvero utile che farà risparmiare nel lungo periodo. Un’idea sarebbe quella di coibentare il tetto, scegliere la soluzione delle doppie finestre o magari salutare elettrodomestici a grosso consumo energetico.

Palestra? No grazie. In questo periodo di crisi sarà meglio mettere da parte i soldi spesi per il proprio fitness e optare per sport fai da te e attività all’aria aperta: passeggiare per i boschi è un’ottima soluzione che potrà consentirci di raccogliere frutti selvatici o legna. Anche coltivare un proprio orticello è un’idea niente male: si fa movimento e si consuma ciò che si produce.

Sì agli scambi, e non solo: abbiamo praticamente dimenticato il concetto di condivisione e di riutilizzo, e siamo proiettati verso lo spreco e il rapido consumo dei beni. Dire basta è più che semplice.

Tecnologia a vantaggio dell’uomo. Siamo diventati delle creature ipertecnologiche che il più delle volte usano la tecnologia a proprio svantaggio. Questa infatti non sempre ci semplifica la vita… piuttosto tende a renderla sempre più complicata. Una scelta intelligente per mettere la tecnologia al proprio servizio è quella del telelavoro: si spende meno benzina e se incentivati si diventa maggiormente produttivi.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Ecco 5 nazioni dove si vive con 350 euro al mese 

7 lavori molto ben pagati che non ti aspetti

Non c’è lavoro? Eppure questi 65.000 posti di lavoro nessuno li vuole