Come risparmiare sul pieno di benzina in 4 mosse

0
91

Usare la propria auto, di questi tempi è costoso quanto viaggiare in taxi. Ormai è risaputo, il pieno di benzina dura sempre meno e il portafogli inevitabilmente più leggero. Con le quote-euro litro sempre più alte, è diventato necessario risparmiare sul pieno benzina, non solo per chi ha un bilancio familiare al limite della sopravvivenza.

Ecco, a voi, qualche suggerimento su come risparmiare qualche soldo sul carburante.

Impariamo ad usare Waze, un’applicazione gratuita di navigazione stradale per dispositivi mobili, disponibile per le piattaforme iOS, Android. Waze, è in grado di fornire aggiornamenti sul traffico o altri avvenimenti in tempo reale, inoltre segnala il prezzo di benzina e diesel di 18mila distributori. Questa è l’opportunità per scegliere, in tempo reale il distributore più vicino, in grado di offrire il prezzo più basso. Potrebbe essere anche un modo per migliorare la concorrenza tra marchi, infatti, i distributori potrebbero essere incentivati ad abbassare i prezzi per attrarre più clienti.

Meglio scegliere no-logo, ossia alle pompe bianche e ai distributori comunali, si risparmiano fino a 12 centesimi al litro sul carburante. Le pompe comunali sono aperte soltanto ai residenti nel comune, mentre le pompe bianche sono per tutti e vengono gestite da piccoli imprenditori, con prezzi in media inferiori anche del 5,5% rispetto ai grandi marchi. Anche i distributori no-logo, che si trovano all’interno dei supermercati di grande distribuzione, come Carrefour, Auchan e Conad, offrono risparmi interessanti.

Viaggiare informati, infatti il Ministero dello Sviluppo Economico pubblica le tariffe dei carburanti venduti sulla rete autostradale. Danno informazioni ufficiali aggiornate, con tanto di mappa dei self service e di chi offre carburanti eco-compatibili. Anche questo è uno strumento interessante per migliorare la concorrenza e spingere i marchi ad abbassare i prezzi.

Ultimo, ma non meno importante, è dare un occhio di riguardo alla propria guida. Sono assolutamente da evitare, le accelerazioni improvvise, che portano a brusche frenate. E’ importante che le gomme siano ben gonfie, controllandone spesso la pressione. Anche i finestrini chiusi fanno consumare meno benzina, quindi meglio non tenerli aperti, soprattutto se si sta usando l’aria condizionata. Infine, il motore va spento anche nelle soste brevi, come quelle al semaforo.