Come investire in tempi di crisi

0
250

Le operazioni di speculazione finanziaria sui mercati e la crescita del debito pubblico dei Paesi dell’area euro stanno facendo tremare non solo le Borse, ma anche i risparmi dei piccoli investitori che temono di veder “scomparire” le loro già magre risorse come ai tempi della crisi del settembre 2008.

Gli analisti finanziari, per il momento, non azzardano nessuna ipotesi su come salvare e far fruttare i risparmi. A conti fatti, però, suggeriscono di non investire affatto e di mantenere alto il livello di liquidità del  denaro posseduto. Non che lo si debba nascondere sotto il cuscino, ma anche tenerlo comodamente in banca in un comune libretto di deposito a risparmio, può servire, se non proprio a racimolare interessi ormai azzerati, almeno a conservare i risparmi  di una vita  in un luogo sicuro.

Liquidità, dunque, la parola d’ordine da seguire per tutto il periodo estivo e l’inizio di settembre, in attesa di scorgere i primi segnali di ripresa delle economie e dei mercati.  In caso di liquidità consistente, però, esistono delle soluzioni immediate per poter tutelare il denaro e ottenere una soddisfacente rivalutazione.

In questo caso il capitale va orientato verso i cosiddetti beni “rifugio”, cioè quei beni che non risentono delle fluttuazioni del mercato e che aumentano di valore nonostante la crisi. Tra questi beni rifugio rientrano l’oro e gli immobili. Il primo, già dal 2008, ha visto schizzare le sue quotazioni fino a livelli mai raggiunti prima che attualmente si attestano a  più di 1600 dollari l’oncia con un rialzo che nelle ultime 24 ore ha toccato il  +9,80%.

L’impennata dell’oro però non è un buon segnale  in termini finanziari perché quando il prezzo cresce vuol dire che la richiesta è alta e che diminuisce  il denaro in circolazione. E meno soldi in giro significano anche prospettive di ripresa estremamente ridotte.

Diversa l’analisi per quanto riguarda gli immobili  che anche se con lievi riduzioni nei prezzi di vendita,  continuano a restare l’investimento più sicuro che si possa  realizzare, sia in tempi di crisi che in tempi migliori.

L’investimento immobiliare ideale, in questo particolare momento storico, è quello in immobili di piccole dimensioni, bilocali di 50, 70 mq,  in località turistiche, da mettere a reddito tramite affitto. I bilocali delle zone turistiche  costano tra 150 -170 mila euro,  il rendimento del capitale investito, con la locazione, si aggira attorno al 3, 4% annuo.

Fonte immagine: Movimentolibertario.com

Lascia un commento