Come diventare Wedding Planner: requisiti, formazione e consigli utili

0
227
come-diventare-wedding-planner
Fonte: Wedding Planner Roma

In un Paese così passionale e stiloso quale è l’Italia, i festeggiamenti per il matrimonio assumono una vitale importanza. Da Nord a Sud della penisola le tradizioni cambiano riguardo a questo rituale, eppure la sostanza è la stessa.

Progettare la festa perfetta per il proprio matrimonio diviene così un obiettivo specifico per tutti quelli che si stanno preparando ad un giorno così importante della loro vita. Ed è proprio da questa esigenza che nasce la figura del Wedding Planner.

Questa professione, relativamente nuova nel mondo del lavoro, ha preso ben presto piede soprattutto tra i giovani. Le sue mansioni ed il percorso per arrivare a ricoprire questo ruolo sono però spesso sconosciuti ai più. In questo articolo andiamo dunque a vedere come diventare Wedding Planner e cosa fa chi svolge questo lavoro. Ecco tutto ciò che c’è da sapere a riguardo.

Cosa fa e competenze

Prima di passare a vedere come si diventa Wedding Planner, è molto utile capire cosa fa questa figura professionale. In parole semplici, il Wedding Planner deve occuparsi di tutta l’organizzazione dell’evento, cercando di organizzare la miglior festa possibile in relazione al budget stabilito.

Non un progetto teorico ovviamente. L’incaricato a coprire questo ruolo deve seguire passo per passo la realizzazione dell’evento, cercando di ottimizzare le tempistiche e facendo rientrare tutto nelle scadenze previste.

Il Wedding Planner deve essere così attento a 360°, su ogni singolo settore. Egli deve possedere competenze da esteta, definendo il tema artistico per i festeggiamenti; deve essere un abile coordinatore, fungendo da tramite per tutti i vari fornitori e deve dirigere il tutto dalle retrovie, con un occhio agli eventi in programma e l’altro agli invitati.

Per le coppie di sposi più esigenti, il Wedding Planner può anche occuparsi di compiti più specifici, quali la scelta dell’abito, quella del locale e la realizzazione del dress code.

Come diventare Wedding Planner

Ma quindi, quali sono i requisiti per diventare Wedding Planner? Iniziamo col dire che non vi è un percorso univoco per raggiungere il proprio obiettivo, però è possibile delineare una lista di requisiti che bisogna possedere.

Innanzitutto è necessario il possesso del diploma di scuola superiore. Sempre in ambito formazione, la laurea non rappresenta un requisito necessario ma è comunque caldamente consigliata. Nello specifico, possono fare al caso dell’aspirante Wedding Planner corsi universitari in Marketing, Scienze delle Comunicazioni o Gestione Alberghiera.

Alla formazione universitaria può seguire poi qualche corso specifico del settore, fruibile sia online che, più difficilmente, in sedi fisiche. Ovviamente è indispensabile provare ad affiancare agli studi un qualche tipo di esperienza da poter poi inserire nel curriculum. L’ideale a tal proposito sarebbe inserirsi in una società di catering o di wedding planner.

Uno degli ultimi requisiti per diventare Wedding Planner, anche se non formalmente richiesto, è il possesso di una certificazione. Quest’ultima infatti, pur non essendo necessaria, può fortemente contribuire ad aumentare la credibilità del proprio business.

Consigli utili

Uno dei primi consigli utili riguarda la consultazione con altri esperti del settore. Soprattutto quando si è alle prime armi, non vi è nulla di male nel chiedere consigli a chi è già ferrato in questo settore, anzi. Tale operazione, oltre al chiarimento dei primi dubbi, ha anche una seconda funzione: iniziare a creare una ragnatela di contatti.

Ecco dunque il secondo consiglio: cerca di tenere sempre viva ed aggiornata la tua rete di contatti, suddividendo i vari contatti per località. In tal modo si è sicuri di poter far affidamento su professionisti con cui si ha già esperienza, evitando così intoppi dell’ultima ora.

Altro consiglio, che peraltro vale ovviamente per tutto il mondo del lavoro in generale, è quello di sperimentare e studiare il più possibile. Come abbiamo visto le competenze del Wedding Planner possono essere molto varie, per tale motivo la profondità della propria offerta può fare la differenza nel mercato.

Le possibilità per diversificare e rendere unici i propri pacchetti ci sono e vanno dunque sfruttate. Giocare con la propria creatività risulta così essere un’arma vincente da non sottovalutare.