Come diventare Operatore Socio Sanitario OSS: formazione e lavoro

0
252
come-diventare-operatore-socio-sanitario
Fonte: paolovaccarello.net

L’Operatore Socio Sanitario è una figura che ultimamente, soprattutto a causa della pandemia da Covid-19, si sta diffondendo sempre di più. Allo stesso tempo così sono tantissime le persone interessate ad intraprendere questa professione.

Oggi in quest’articolo andiamo a vedere come diventare Operatore Socio Sanitario OSS, passando in rassegna tutti gli step utili ed innanzitutto andando a capire nel dettaglio cosa fa chi ricopre questo ruolo. Ecco dunque tutto ciò che c’è da sapere.

Cosa fa l’Operatore Socio Sanitario (OSS)

Prima di vedere cosa fare per intraprendere tale professione, andiamo a vedere cosa fa l’Operatore Socio Sanitario. L’OSS è l’addetto al soddisfacimento dei bisogni primari della persona assistita, con il compito di favorirne il benessere e l’autonomia.

I compiti e le mansioni dell’OSS possono essere molto vari a secondo dei casi. Eccone comunque una lista riassuntiva.

  • Assistenza di base ai pazienti totalmente o parzialmente dipendenti;
  • Aiuto nella cura ed igiene personale;
  • Aiuto per le principali funzioni fisiologiche;
  • Somministrazione di pasti;
  • Rilevazione dei parametri vitali;
  • Attività semplici di supporto diagnostico e terapeutico;
  • Aiuto per assunzione dei farmaci;
  • Promozione del benessere psicologico della persona.

In generale quindi si può affermare che la figura dell’Operatore Socio Sanitario sia soprattutto di supporto assistenziale. Essa è sia un punto di riferimento per i pazienti che un supporto per infermieri ed equipe sanitaria.

Come diventare Operatore Socio Sanitario (OSS)

Il requisito fondamentale per diventare un Operatore Socio Sanitario è frequentare un corso di formazione professionale. Quest’ultimo consiste in una sostanziosa parte teorica tramite lezioni frontali, un periodo di tirocinio pratico ed un esame di qualifica da superare.

I corsi OSS sono erogati in tutta Italia ma bisogna fare molta attenzione nella propria scelta. Non tutti i corsi infatti rilasciano una regolare qualifica per esercitare: a tal proposito bisogna optare per i corsi organizzati da Enti pubblici o da enti privati certificati dalle Regioni e dalle Province autonome.

Ma andiamo a vedere più nel dettaglio com’è strutturato il corso OSS. Esso dura in media dai 12 ai 18 mesi e può costare dai 1200 ai 3000 euro. Come già accennato, si divide in più macro-aree: teoria di base, un modulo professionalizzante della durata minima di 250 ore, esercitazioni e laboratori della durata minima di 100 ore ed un tirocinio della durata minima di 450 ore.

Oltre alla frequentazione del corso ed al conseguente superamento dell’esame finale, vi sono altri requisiti da soddisfare per diventare Operatore Socio Sanitario. L’aspirante OSS deve aver compiuto i 17 anni d’età ed essere in possesso del diploma di scuola dell’obbligo (licenza media).

Quanto guadagna un OSS?

Ovviamente, come d’altronde per tutti gli altri lavoratori, è molto difficile fare una stima dei guadagni dell’Operatore Socio Sanitario. L’OSS può lavorare infatti in diverse modalità, come dipendente pubblico, come dipendente nel privato, assunto tramite agenzia interinale o assunto tramite cooperativa.

Nel settore pubblico comunque, l’OSS percepisce una retribuzione minima mensile pari a 1.479€. Nel privato la forbice è più ampia: la media è molto simile, pari a 1.436€, ma i guadagni minimi mensili possono anche toccare quota 900€.