Come comprare l’auto sfruttando gli incentivi statali

0
80

La tendenza è più o meno palese: di questi tempi chi sceglie di aiutare l’ambiente con acquisti intelligenti, green e sostenibili riceve un piccolo aiuto dallo Stato. E lo stato sembra particolarmente interessato ad avvantaggiare l’acquisto di auto a basse emissioni visto che ha  confezionato di recete un pacchetto di aiuti davvero interessante: in totale il progetto comprende una somma da erogare a favore degli automobilisti ambientalisti particolarmente interessante. Si parla di circa 100 – 120 milioni che verranno distribuiti fra chi nei prossimi anni sceglierà di acquistare automobili ad alimentazione alternativa.

Se ti stai chiedendo quali siano, la risposta è davvero semplice: si parla di auto elettriche, ibride, a metano, a biometano, a GPL, a biocombustibili e naturalmente ad idrogeno.

Qualunque sia l’alimentazione prescelta è importante che le emissioni di anidride carbonica non superino i 120 g a chilometro.

Il pacchetto è rivolto non solamente alle automobili private, ma anche a veicoli commerciali leggeri, ciclomotori, motocicli e quadricicli: insomma a (quasi) tutto ciò che si muove su ruote.

Importante passaggio per accedere agli incentivi è la rottamazione del vecchio veicolo che dovrà possedere più di dieci anni.

Per quanto il provvedimento inserito nel Decreto di sviluppo doveva partire con la sua applicazione per gennaio, è ancora in esame alla Corte dei Conti, ma si stima che presto potrà far la sua comparsa nella Gazzetta Ufficiale.

Quindi se devi acquistare un’auto nuova, aspetta qualche settimana e soprattutto sceglila a basse emissioni.