Come aprire una scuola materna privata

0
139

Se amate i bambini e da sempre sognate di aprire una scuola materna, la legislazione italiana consente a tutti i cittadini di avviare una scuola non statale autorizzata. Come tutte le attività in proprio, L’iter burocratico è impegnativo poiché bisogna ottenere una serie di autorizzazioni e certificazioni, ma le soddisfazioni che regala questo tipo di lavoro, ne può valere la pena.

Procedure per aprire una scuola materna

La prima cosa da fare, dopo aver scelto i locali in cui si intende svolgere l’attività, è recarsi presso gli Uffici della ASL di competenza territoriale per la richiesta di certificazione dell’idoneità dei locali. Inoltre, sia per il personale docente, sia per quello ausiliario (qualora la scuola offra un servizio di refezione), è necessario ottenere una documentazione sanitaria che attesti l’idoneità fisica.

Ogni dipendente (docente, amministrativo o ausiliario) deve compilare un’autocertificazione che riporti i dati personali e i titoli di studio. Per il personale docente, i titoli richiesti sono:

  • Diploma di Laurea in Scienze della Formazione Primaria – Indirizzo scuola dell’Infanzia;
  • Diploma Abilitazione all’insegnamento nelle scuole di grado preparatorio;
  • Diploma di maturità professionale Assistente di comunità infantili conseguito entro l’a.s. 2001/02;
  • Diploma di Maturità Magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02;
  • Diploma di Liceo Socio-Psico-Pedagogico conseguito entro l’a.s. 1992/03.

Inoltre, occorre compilare un apposito modulo che viene rilasciato dalle direzioni didattiche, dove si specifica il numero delle classi, gli elenchi degli alunni e gli orari di funzionamento della scuola.

A questo punto, è possibile inviare l’istanza alla Direzione didattica statale competente. Per quanto riguarda la pianificazione, occorre spedire la domanda al Provveditorato entro il 31 dicembre di ogni anno allegando l’atto costitutivo di società di gestione, il contratto individuale dl personale, e l’idoneità dei locali.