Colloquio di lavoro: trucchi e consigli per affrontarlo al meglio

0
213
colloquio-di-lavoro
Fonte: Pixabay

Nella vita di tutti prima o poi arriva il momento in cui bisogna affrontare un colloquio di lavoro. Un evento che può recare non poche ansie, soprattutto se alle prime esperienze. Tramite il colloquio, infatti, spesso si decide la propria carriera lavorativa.

Non c’è comunque da preoccuparsi in caso di esito negativo, un colloquio di lavoro andato male capita a tutti. Come recita il detto, ‘chiusa una porta si apre un portone’. Ecco di seguito alcuni trucchi e consigli per affrontare al meglio un colloquio di lavoro.

Come affrontare un colloquio di lavoro

Una delle regole base da rispettare nell’affrontare un colloquio di lavoro è provare a mantenere la calma. Prendi un bel respiro profondo prima di partire con le parole, cercando di essere il più naturale possibile. Ricordati che di fronte non vi sono nemici, bensì persone interessate alla tua candidatura.

Elemento molto importante in sede di colloquio è il look. Non deve essere né troppo formale, né troppo informale. In linea generale, devi vestirti in maniera coerente all’azienda per cui ti sei candidato.

Così come per la realizzazione del Curriculum Vitae e della Lettera di Presentazione, di vitale importanza è la conoscenza dell’azienda per cui si sta affrontando il colloquio. Potrebbero infatti capitarti parecchie domande riguardo alla ‘mission’ ed agli obiettivi dell’azienda, sempre meglio non farsi trovare impreparati.

Il tuo atteggiamento può fare la differenza, sia in negativo che in positivo. Durante il colloquio cerca di evidenziare il tuo lato intraprendente, menzionando i progetti a cui hai preso parte, le esperienze formative e quelle lavorative, facendo trasparire tutta la tua passione verso quel determinato ruolo.

Infine, evidenzia costantemente le tue motivazioni. Preparati a rispondere a domande del tipo: “Perché vuoi fare questo lavoro?”, “Cosa ti spinge a voler entrare in questa azienda?”. Ricorda che le persone poco motivate non verranno mai selezionate.

Sostanzialmente, il peso specifico delle motivazioni è maggiore rispetto a quello posseduto dalle competenze in sede di colloquio di lavoro. Le tue esperienze e le tue competenze sono state già visionate nel Curriculum Vitae al momento della tua candidatura, è inutile quindi dilungarsi troppo riguardo a esse.