Colloquio di lavoro: si supera con umiltà e riservatezza

0
119

Vi è mai capitato di affrontare un colloquio di lavoro pieni di grinta ed autodeterminazione e di vedervi scartati al posto di un candidato meno aggressivo e più discreto? Certamente sì, perché da una nostra osservazione empirica è emerso che ai colloqui di lavoro l’aggressività e la loquacità non pagano granché, mentre hanno la meglio discrezione, umiltà e poche parole, ma buone.

Il fenomeno nasce dalla stessa impostazione culturale dei datori di lavoro che amano comandare molto e pagare poco, tanto da privilegiare i candidati che danno l’idea di sapere tanto quanto basta a fare il loro dovere senza creare fastidi.

Questa preferenza si nota spesso anche nei colloqui di lavoro sostenuti dalle donne, per cui, il consiglio per tentare di superare un colloquio di lavoro, è quello di apparire serene e non troppo loquaci o aggressive.

Rispondete con pacatezza alle domande del selezionatore e limitatevi a dire soltanto quello che vuole sentirsi dire, evitando di far credere di sapere più di quello che realmente sapete o dando l’impressione di essere troppo presuntuose.

Questa, almeno, la regola vincente per superare i colloqui fino a quando non si assisterà a un cambio di mentalità che premi anche le persone più intelligenti e vivaci.

Fonte immagine: mondolavoro.it