Che università fare ed in cosa laurearsi per trovare lavoro facilmente?

0
84

Nella vita, scegliere è sempre difficile e continua ad esserlo anche quando bisogna decidere se proseguire o meno gli studi con l’università. Naturalmente, la scelta del percorso accademico deve tener conto delle proprie passioni e attitudini, ma deve allo stesso tempo considerare anche le reali prospettive di “spendibilità” della laurea nel mercato del lavoro.

In Italia, ad esempio, è davvero difficile riuscire a trovare una collocazione lavorativa con una laurea umanistica: i laureati in Lettere e Filosofia scontano un tasso di disoccupazione molto elevato.

Diametralmente opposta, la situazione lavorativa dei laureati specialistici in discipline tecniche, come Ingegneria, Architettura ed Economia. Per quanto riguarda le lauree triennali, le migliori opportunità di lavoro sono riservate a chi si è formato in discipline sanitarie, come Scienze Infermieristiche ed Ostetriche.

Che facoltà universitaria scegliere, dunque, per trovare lavoro più facilmente? Considerando che le attitudini personali sono imprescindibili nella scelta del percorso accademico, bisogna scegliere sempre una facoltà che possa rispondere meglio alle proprie esigenze.

Se si è particolarmente portati per le discipline umanistiche , è del tutto inutile scegliere una facoltà tecnica. Il rischio di restare senza lavoro, o di avere più difficoltà nel trovarlo, potrà poi essere aggirato scegliendo di trasferirsi all’estero subito dopo la laurea.

Sulla “bilancia” della scelta universitaria dovranno, quindi, essere soppesate diverse variabili: le possibilità economiche della famiglia o la propria reale disponibilità a trasferirsi altrove se la laurea non dovesse permettere di trovare un  lavoro stabile in Italia.

Fonte immagine: Comune.sossano.vi.it