Bonus figli 2023-2024: ecco l’elenco di tutte le agevolazioni

Quanti bonus figli mette a disposizione il governo per il 2023 - 2024: di seguito, dunque, tutte le agevolazioni

0
245
Bonus figli
Fonte: Wired

Nel 2023 e nel 2024, quali incentivi sono previsti per le famiglie con figli? Per le famiglie che hanno figli a carico ci sono numerose agevolazioni e benefit che potranno essere richiesti fino al 31 dicembre 2023 o a partire dal prossimo anno. Il governo mette a disposizione risorse finanziarie e sovvenzioni che coprono l’intero percorso di crescita dei figli, dall’aspettativa di nascita all’istruzione scolastica e universitaria. Le famiglie con prole possono accedere a incentivi concreti per il ruolo genitoriale e per garantire il sostentamento della famiglia, ulteriormente potenziati grazie alla Legge di Bilancio del 2024.

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE

La principale assistenza destinata alle famiglie è l’Assegno Universale Figli, un beneficio finanziario concesso a coloro che hanno figli, erogato dal settimo mese di gravidanza fino al ventunesimo anno di età del figlio a carico, potenziato ripetutamente a partire dal 2023. Per quanto riguarda i figli maggiorenni, questo ‘incentivo per i figli fino ai 21 anni’ è concesso a condizione che i figli siano a carico, e successivamente, dopo il ventunesimo anno nelle stesse circostanze, si ha diritto a detrazioni per i figli a carico.

BONUS ASILO NIDO POTENZIATO

  • Nel corso del 2023 e del 2024, sia le famiglie con figli di età fino a 3 anni hanno la possibilità di richiedere un sostegno finanziario, concesso sotto forma di contributo massimo di 3.000 euro all’anno, finalizzato a coprire i costi delle rette per l’accesso a servizi di asili nido o di assistenza domiciliare per minori con necessità speciali;
  • Nel 2024, viene introdotta la gratuity dell’asilo nido a partire dal secondo figlio in poi. In pratica, con effetto dal 1° gennaio, il Bonus Nido subirà un rafforzamento grazie alle nuove disposizioni della Legge di Bilancio 2024, consentendo l’accesso agli asili nido senza costi aggiuntivi a partire dal secondo figlio.

LIBRI SCOLASTICI

Per contrastare l’annunciato aumento dei costi dei libri scolastici, le Regioni italiane mettono a disposizione anche i bonus per i libri di scuola nel 2023 e nel 2024. Questo beneficio per i libri scolastici rappresenta un supporto erogato sotto forma di contributo economico, voucher o agevolazione per le famiglie che devono affrontare le spese per l’acquisto dei libri di testo dei propri figli. L’importo del contributo è variabile e per comprendere le modalità di accesso è necessario rivolgersi all’ente regionale di competenza o al proprio Comune di residenza.

UNIVERSITÀ

Varato mediante il Provvedimento del Ministro dell’Istruzione e della Ricerca datato 3 agosto 2021, n. 1014, a partire dall’anno scolastico 2021-2022, il programma è indirizzato agli studenti che fanno parte di un nucleo familiare con un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) non superiore a 22.000 euro. È prevista anche una riduzione parziale per gli studenti appartenenti a nuclei familiari con un ISEE superiore a 22.000 euro ma non superiore a 30.000 euro. L’entità del beneficio è proporzionata, con un calo graduale dal 80% al 10%, in base alla fascia ISEE stabilita nel suddetto Provvedimento.

BONUS PANNOLINI E PRODOTTI INFANZIA

Grazie alla Legge di Bilancio 2023, è stato introdotto un ulteriore sostegno per le famiglie con figli, rappresentato dall’agevolazione dell’IVA al 5% su pannolini e altri articoli destinati a soddisfare le necessità delle famiglie, contribuendo così a mitigare l’incremento dei costi.

BONUS MAMME IN BUSTA PAGA

Incluso tra le nuove disposizioni della Legge di Bilancio 2024, è stato introdotto il bonus maternità per il 2024, ovvero un supporto mirato alle madri che lavorano, garantendo loro l’esenzione dai contributi previdenziali a loro spettanti. Questi contributi includono l’IVS per le dipendenti del settore privato e il contributo FAP per le dipendenti della Pubblica Amministrazione (PA).

Questa esenzione, pari a circa il 9,19%, verrà coperta direttamente dal bilancio statale, comportando un aumento del salario netto mensile. Tale agevolazione si applica alle lavoratrici madri con almeno due figli e che soddisfano specifici criteri.

REDDITO DI INFANZIA

All’attenzione del Parlamento, dopo l’approvazione della bozza di Manovra 2024 da parte del Governo Meloni, è stato proposto un nuovo beneficio per le famiglie, noto come ‘Reddito di Infanzia’. Questo potrebbe essere inserito come emendamento nella Legge di Bilancio a partire dal 2024.

Si tratta di un sostegno finanziario pari a 400 euro mensili per i primi 6 anni di vita di ciascun figlio minore a carico. Questo beneficio è destinato alle coppie con un reddito annuale fino a 90.000 euro.

BONUS CICOGNA

Anche per il biennio 2023 e 2024 è disponibile il bonus ‘cicogna’. L’INPS ha annunciato il bando rivolto ai bambini nati o adottati nel corso degli anni 2022 o 2023. Questo bonus costituisce un contributo economico di 500 euro destinato ai figli dei dipendenti o ex dipendenti di Poste Italiane o dell’ex-IPOST.

DIPENDENTI CON FIGLI A CARICO

A partire dal 2023 è stata introdotta una misura che, indirettamente, beneficia le famiglie con figli. Si tratta del bonus di 3.000 euro per i dipendenti con prole a carico. Questo costituisce un beneficio destinato ai dipendenti con almeno un figlio, erogato sotto forma di fringe benefit.

AGGIORNAMENTI

Per tutti gli aggiornamenti invitiamo i nostri lettori a collegarsi alla nostra pagina web concorsi-pubblici.orgalla nostra pagina Facebook e alla nostra pagina Instagram.