Bonus bebè 2011

0
103

bonus-bebe2Il bonus bebè è un sostegno economico che i Comuni erogano a favore delle famiglie, con figli nati o adottati nel corso dell’anno, che presentano determinati requisiti di reddito.

Le somme erogate dai Comuni vengono stanziate dalle Regioni  che  definiscono le delibere con i requisiti di reddito per accedere ai benefici. Quindi, l’importo del sostegno economico ed i requisiti di reddito cambiano da regione a regione.

In Piemonte è previsto un bonus di 250 euro a famiglia per l’acquisto di pannolini e latte per ogni nuovo nato nel 2011. Per l’accesso al contributo il limite di reddito non deve essere superiore a 1500 euro mensili.

A Milano possono accedere al bonus le famiglie indigenti e le madri single con un reddito complessivo non superiore ai 18 mila euro annui. Nei comuni siciliani il bonus bebè di 1000 euro a famiglia è stato erogato fino al 2010.

A fare la differenza tra aree in cui le agevolazioni sono ancora in atto e quelle in cui  non lo sono più, i ridotti budget delle amministrazioni regionali. Per accedere ai benefici, in tutte le regioni è richiesta la presentazione dell’Isee, Indicatore della situazione economica equivalente che viene rilasciato dai caf, patronati e sindacati territoriali.

Intanto il Governo ha istituito il Fondo di Credito per i nuovi nati che si applica per i bimbi venuti alla luce nel triennio 2009-2010-2011. Alle banche aderenti i genitori potranno chiedere un prestito a tasso agevolato, di 5 mila euro, da restituire in 5 anni. Il finanziamento può essere usato per qualsiasi tipologia di spesa. Per richiederlo non sono previsti limiti di reddito.

Fonte immagine: fiscaleweb.com