Banconote da 5, 10 e 50 euro potrebbero valere una fortuna, come riconoscerle

0
518
banconota rara

banconota rara

Nel portafoglio abbiamo tutti un paio di banconote, le usiamo regolarmente, senza soffermarci più di tanto sul loro aspetto, ma se per caso dovesse capitarci fra le mani una banconota rara di queste che vi sto per descrivere, e non ci fate caso, potreste mordervi le mani visto il loro valore!

Quindi prendete le vostre banconote e osservatele attentamente, per esempio la banconota da 50 euro potrebbe valere 7 volte tanto!

Alcuni rari esemplari di banconote da 50 euro anziché avere il filo di sicurezza (quello visibile controluce) con la scritta “50 euro” ne hanno una usata dalle banconota da 100 euro. il suo valore parte dai 350 euro in su. Quando la Zecca Poligrafico dello Stato se ne accorse le fece ritirare dalla Banca d’Italia, ma alcuni esemplari sfuggirono ed oggi hanno un gran valore!

Anche la banconota da 100 euro può valere molto di più del suo valore, arrivando fino 350 euro se per caso ha un errore di taglio, mentre le banconote da 5 euro, che presentano dei numeri di serie particolari possono valere fino a 90-100 euro, in questo caso bisogna osservare la prima sigla di 6 cifre e lettere che identifica lo stampatore e la posizione della banconota sul foglio di stampa e poi la lettera che identifica lo stato che l’ha emessa. Per l’Italia è la S.

Avete in casa ancora delle Lire? non buttatele via, ma controllatele attentamente: alcune banconote da 500 lire presentano una doppia stampa, ovvero fronte e retro e queste possono valere dalle 120 alle 150 euro a seconda della valutazione del collezionista.

Poi ci sono le banconote da 1.000 Lire, sia quelle con la stampa di Giuseppe Verdi che quelle con Marco Polo, che hanno un’irregolarità di stampa o nel taglio e possono arrivare a valere fino a 300 euro!

Mentre le banconote da 2.000 Lire, quelle con Galileo Galiei, o quelle da 10.000 Lire con Alessandro Volta, che presentano errori di stampa, possono valere fino a 150 euro.

I collezionisti amano le banconote con errori di stampa, con un numero di serie particolare o con un difetto di produzione, un errore nella composizione delle scritte, della filigrana o nel colore di stampa; basta una piccola diversità dal cliché originario per sancire l’unicità di una banconota agli occhi dei collezionisti che durante le aste cercano di acquisirle anche a valori molto superiori di quelli della banconota stessa.

Controllate nel portafoglio, nei cassetti, cercate queste banconote particolari, e non scordate le monetine, ci sono diverse monete rare emesse in Italia a partire dal 1946 e sono la lira, le due lire, le cinque e le dieci lire coniate nel 1946 e 1947, la 2 lire del 1958 e la 5 lire del 1956. Di ingente valore sono inoltre la 100 lire del 1955 e la 50 lire del 1958; in questi casi però è importante che le monete siano in perfetto stato di conservazione in caso diverso perdono significativamente il loro prezzo.